Astrologia - Il segno dell'ARIETE

Aggiornamento: 6 apr

Caratteristiche del segno

Periodo: 20-21 Marzo – 20-21 Aprile

Governatori: Marte e Plutone

Esaltazione: Sole

Caduta: Saturno

Esilio: Venere

Triplicità: Fuoco

Quadruplicità: Cardinale

Polarità: Maschile

Segno Opposto: Bilancia

Casa: Prima




Simbologia

Il 21 marzo ha inizio la Primavera, e con essa comincia anche il periodo dell’anno che corrisponde al segno dell’Ariete: nella costellazione dell’Ariete infatti sorgeva il Sole più di 2000 anni fa (circa dal 2100 a.C al 100 a.C.), quando sono stati codificati i segni zodiacali e i loro periodi di riferimento.


L’energia di questo periodo è quella della rinascita della vita, dell’impulso vitale a germogliare, a iniziare a fare delle cose, a mettersi in movimento. Il freddo dell’inverno infatti è ormai alle spalle, così come la variabilità delle prime settimane di Marzo (Pesci): con l’Ariete torna il calore (è infatti un segno dell’elemento Fuoco), e si dà avvio a una nuova fase nel ciclo della natura (la modalità Cardinale dà avvio alla stagione).

Torna la luce, le giornate si allungano, il Sole si fa più caldo, si ha voglia di fare tante cose: l’Ariete porta con sé il momento e l’energia del risveglio, la nascita, l’inizio, il principio.

È Ariete il germoglio che spunta, la nascita di un'idea, di un sentimento, l'avvio di una azione e tutto quanto concerne la fase ''prima''. Momenti Ariete sono il taglio del cordone ombelicale, l'avvio di un motore, il risveglio al mattino e l'alba, il primo passo, la posa della prima pietra, l’inaugurazione, il debutto, l’esordio, l’avvio di un motore (che tanto piacciono agli Ariete).


L’ Ariete è il primo segno dello Zodiaco. Nella Tradizione si afferma che l’Anima, per evolvere, s’incarni nei 12 segni zodiacali in un percorso che va dall’Ariete ai Pesci.

Il segno dell’Ariete è, quindi, quello al quale inizia il viaggio che porterà l’Individuo alla conoscenza di sé. Rappresenta la forza propulsiva che dà origine alle cose.

E’ paragonato alla nascita, al parto.


Come primo segno dello zodiaco ha un’energia ancora allo stato puro, da incanalare e educare. Non ha esperienza ma, presumendo che non ci sia altro davanti a sé, deve riuscire a educarsi da solo. Appunto per questo partecipa alla vita attraverso l’azione e la reazione. Segue i suoi istinti e impara, proprio come fanno i bambini, dai risultati delle sue azioni. In tal modo costruisce la sua identità. L’impegno a lui richiesto è non lasciare che la sua istintualità travalichi i limiti di un vivere sociale.

Da un punto di vista astrologico, l’Ariete è governato da Marte e Plutone, e il Sole si trova in esaltazione: sono i tre pianeti maschili, risulta evidente quanto il simbolismo della virilità, della forza, dell’impresa eroica, della lotta per la conquista. In particolare Marte, il dio della guerra e delle arti della lotta. L’Ariete non si tira mai indietro di fronte a una sfida o a una proposta, si lancia, si butta, corre il rischio.




Psicologia

Le caratteristiche psicologiche della personalità Ariete cono dunque la manifestazione dell’energia iniziatica: l’Ariete in primo luogo ha bisogno di sentirsi vivo, è il principio vitale dell’esistenza, e come tale ha un forte bisogno di riconoscimento

Inoltre l’impetuosità e l’intensità che mette nel dare avvio a una cosa, a un’attività, a una relazione, a un lavoro, nel tradurre in azione un’idea, si perdono poi nel mantenimento della stessa attività, nella durata di lungo periodo. L’Ariete rivela poi tutti i suoi limiti nelle conclusioni, che cerca di evitare, non fosse altro che per la completa mancanza di forze, di stimoli e di energia che sopraggiungono dopo lo sforzo totalizzante iniziale.

Nelle relazioni , qualora non preferisca la beata solitudine che gli permette libertà di azione e di cambiamento, l’Ariete vive di passioni forti e totalizzanti, e riesce a darsi molto generosamente e con dedizione, sia in amore che nelle amicizie. Entra facilmente in competizione, e questo talvolta può comportare difficoltà nelle collaborazioni, e nello sport nel gioco di squadra, dove l’Ariete tende comunque a primeggiare.

Chi nasce in questo segno zodiacale deve imparare ad agire in prima persona, perché l’Ariete, che è governato da Marte (dio della guerra), ha volontà e coraggio, qualità queste che gli consentono di esprimere i suoi talenti e battersi per le sue idee. La sua esperienza evolutiva si forma attraverso il giusto uso della volontà.

Rappresenta, l’Ariete, il nostro senso d’individualità, ossia il sapere essere Persone consce della nostra Identità, che non può essere nascosta né trasferita ad altri, in un malinteso sentimento di rispetto o inferiorità. L’incarnazione in Ariete ritiene quindi prioritario sviluppare una migliore consapevolezza di sé, perché tale consapevolezza permetterà di andare incontro all’altro, rappresentato dalla Bilancia che è il suo opposto. Una qualità che appartiene a questo segno zodiacale è la forza interiore. E’ una forza basata sull’istinto, spontanea quindi, che consente di superare gli ostacoli senza dar troppo ascolto alla prudenza e ai dubbi. Per un Ariete è facile reagire alle sfide senza temere i risultati delle sue azioni. E’ l’impulsività che lo spinge avanti, incurante dei pericoli e senza secondi fini. Lui mira al risultato e per ottenerlo segue ciò che la sua mente suggerisce. E’ importante essere determinati, perché senza la giusta determinazione non si dà inizio a nulla e non si è capaci di assumere le proprie responsabilità, ma l’Ariete può esasperare questa qualità facendola diventare un difetto e allora la determinazione diventa testardaggine. Quando è convinto di quello che vuol fare, non ascolta nessuno e prosegue per la sua strada a testa bassa (come l’animale che lo rappresenta) incurante dell’opinione di chi ha accanto. La strada per arrivare alla comprensione del proprio percorso interiore è lunga e una persona che è ancora agli inizi di questo suo cammino può sviluppare comportamenti asociali.

E’ facile esasperare al positivo o al negativo le qualità che al proprio segno appartengono e l’Ariete può utilizzare il suo impeto in difetto o in abbondanza. Proprio per questo troveremo il prepotente e il succube, l’impulsivo e il passivo. Polarità queste che dovrebbero tornare in equilibrio così che la persona ritrovi il contatto con la propria coscienza e riconosca che il suo valore non è superiore né inferiore a quello di nessuno.

La casa collegata al segno è la prima: quella che riguarda l’ascendente, la personalità, l’aspetto fisico. La prima si contrappone alla settima che riguarda il rapporto con l’altro. Da questo intreccio emerge il compito evolutivo del segno: riconoscere se stesso senza perdere di vista l’importanza e il valore degli altri. Il suo punto d’arrivo, non sempre facile per lui da raggiungere, è far coincidere i suoi desideri e la libertà personale con il mondo circostante. La massima: “dove finisce l’Io comincia il Tu” sembra creata proprio per l’Ariete.



Il progetto segreto dell’Ariete:

il coraggio e la forza. L’Ariete sembra venuto al mondo per combattere, armato di esuberanza ed entusiasmo, di avversione nei confronti dell’ingiustizia e della prevaricazione. Il pioniere, il guerriero.


Ma che succede al guerriero quando non ci sono battaglie da combattere?

Probabilmente combatterà lo stesso. Le battaglie giuste o quelle sbagliate?


L’ombra dell’Ariete è il combattere solo per la voglia di combattere, il surplus di impetuosità e violenza che può causare danno agli altri, è il bisogno di supremazia e di avere ragione a tutti i costi. Anche in tempo di pace l’Ariete rischia di voler fronteggiare delle battaglie che in realtà non esistono, perdendo di vista il vero scopo delle sue qualità.


Il progetto dell’Ariete?

Capire che la propria vittoria nel mondo non dipende per forza dall’annientamento dei punti di vista altrui. E’ agire in prima persona per la propria realizzazione personale, utilizzando e direzionando il coraggio sulle giuste sfide da combattere. Permettere agli altri di essere ciò che sono è già sinonimo di forza.



Come ben sottolineato dal suo motto,in Ariete l’individuo prende coscienza dell’importanza che dovrebbe dare alla sua persona e alla sua individualità. Consapevole della presenza della scintilla divina in sé, a questa che sceglie di dare rispetto e altrettanto imparerà a fare con gli altri.

La persona che non ha ancora sviluppato una buona conoscenza di sé e dei propri limiti, non tiene conto dell’altro: è egoista e prepotente, usa la forza per far valere le sue ragioni, ma l’Ariete che ha una sua maturità psicologica, sociale e spirituale, nel suo profondo sa che ha un incarico importante:"tracciare la strada a chi viene dopo di sé":


L’Ariete che sa utilizzare la bella energia di fuoco che il suo segno sa donargli, metterà la ragione al posto della forza, sarà propositivo, coraggioso, capace di agire e lottare per un ideale o uno scopo. Tutto ciò favorirà l’autostima e lui saprà mettere la sua baldanza al servizio di un impegno che non sia strettamente personale. Non è raro, infatti, per una persona nata in questo segno zodiacale, battersi per ragioni che non siano soltanto sue ed ergersi a paladino dei più deboli.



 


CONSULENZE INDIVIDUALI (anche a distanza on-line via Zoom)

su appuntamento al 3381895108

Dott.ssa Denise Martinelli- Erborista, Operatrice Olistica

#Consulenzepersonalizzate #suappuntamento

Seguici sui nostri canali Social - facebook - Instagram - YouTube


32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti